IL SUCCESSO DEL TROFEO CPZ E LA SORPRESA MARIA ELENA CAMERIN

[Articolo apparso sul numero di settembre di BG Sport Magazine]

Maria Elena Camerin sorride alla guida della Fiat 500 CC vinta sui campi del Tennis Club Bagnatica – Foto GDVPixel

Nove giorni di spettacolo davanti a un pubblico da grandi occasioni, la miglior finale possibile, e una vincitrice dal nome prestigioso. Davvero non si poteva chiedere di meglio alla seconda edizione del Trofeo Cpz, che si annunciava particolarmente fortunata ancor prima di iniziare, e non ha tradito le attese. La lista delle partecipanti, di livello superiore a quelle di tutti gli altri tornei di categoria andati in scena nel 2012, rappresentava un’importante garanzia di successo, ma nel tennis sorprese e problemi sono sempre dietro l’angolo. E invece, malgrado qualche goccia di pioggia che ha disturbato i programmi delle ultime giornate, tutto è andato per il verso giusto, soddisfando anche i palati più raffinati. Grazie alla saggia e coraggiosa scelta degli organizzatori, che hanno messo in palio una Fiat 500 Cabrio e attirato così l’attenzione di numerose giocatrici solitamente impegnate in tornei di categoria superiore, quest’anno vincere a Bagnatica contava di più rispetto agli altri tornei, e si è visto. La maggior parte delle 56 atlete in gara – fra le quali sia giocatrici esperte, sia possibili protagoniste del futuro – ha cercato di dare il tutto per tutto dal primo all’ultimo quindici, regalando giocate mozzafiato e prestazioni di primissima qualità.

Non sono mancate le sorprese, ma come ci si aspettava sin dall’inizio, quello per il titolo è stato un affare a due fra prima e seconda testa di serie. In finale sono infatti arrivate la grande favorita Karin Knapp e l’esperta Maria Elena Camerin, con la seconda che, approfittando di qualche errore di troppo della rivale, è riuscita a ribaltare i pronostici, spuntandola con il punteggio di 7-6 6-4. La trentenne veneta aveva arrancato sia agli ottavi, che nei quarti e in semifinale, ma all’ultimo atto ha mostrato di non essere arrivata fra le prime 50 del mondo per caso. Ha capito immediatamente che per battere la Knapp doveva sbagliare meno di lei e avere pazienza. Ci ha provato, e malgrado qualche difficoltà ce l’ha fatta, lasciandosi andare a un lungo e significativo urlo di gioia, con le braccia rivolte al cielo. A dimostrazione di come, pur essendo abituata a calcare palcoscenici di primissima importanza, ci tenesse parecchio a vincere al ‘Cpz’. E non solo per l’ambito premio, ma anche per ricambiare l’affetto mostratole dal pubblico durante la settimana. “Il calore della gente è stato eccezionale sin dal primo giorno – ha dichiarato – e anche l’organizzazione merita un applauso: sono sicura che in futuro questo torneo migliorerà ancora”. Un attestato di stima importante, che conferma come a Bagnatica tutto sia stato fatto nel modo giusto, e anticipa le possibili novità per il 2013. In effetti l’idea di crescere c’è, e, nonostante dipenda da tantissimi fattori, si proverà a portarla fino in fondo. Se il progetto andrà in porto, tanto di guadagnato. Se non succederà, bene lo stesso. Poter dire di organizzare il miglior ’10 mila’ femminile del mondo è già qualcosa di eccezionale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Opere, Tennis e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...