SAMUEL CHIUDE CON UNA VOLÈE E MISS IVANOVIC LO APPLAUDE

[Articolo apparso su L’Eco di Bergamo di mercoledì 5 dicembre 2012]

Sullo sfondo il piccolo Samuel Vincent Ruggeri impegnato nel palleggio con Ana Ivanovic - Foto Andrea Oldani

Sullo sfondo il piccolo Samuel Vincent Ruggeri, impegnato nel palleggio con Ana Ivanovic – Foto Andrea Oldani

C’era anche una traccia bergamasca nell’edizione 2012 de ‘La Grande Sfida’, esibizione con Maria Sharapova, Ana Ivanovic, Sara Errani e Roberta Vinci, andata in scena sabato scorso al Forum di Assago. Merito di Samuel Vincent Ruggeri, 10 anni da Albino, che vincendo il rodeo under 12 di qualificazione giocato a Treviglio, e centrando la finale nel mini torneo mattutino al Forum, si è guadagnato la possibilità di palleggiare con la serba Ana Ivanovic, ex regina del ranking Wta e vincitrice nel 2008 del Roland Garros. E l’ha fatto con qualche migliaio di occhi puntati addosso, la gran parte di appassionati che, molto probabilmente, l’hanno invidiato non poco. Una bellissima esperienza condita da un po’ di tensione iniziale, svanita dopo qualche colpo. Tanto che l’ultimo punto si è chiuso con una volèe vincente del piccolo bergamasco.

Una soddisfazione unica
Un bel modo per onorare un’occasione unica, sfuggita per un soffio ad altri tre bergamaschi: Andrea Fiorentini, Marta Bettinelli e Alessia Locati. Dieci minuti intensi con dall’altra parte del campo una delle migliori tenniste del mondo. Dieci minuti utili ad alimentare i suoi sogni di gloria e a ripagarlo almeno parzialmente degli sforzi che sta compiendo per cercare di emergere. Una grande soddisfazione anche per i genitori: la madre Aline Vincent, belga di Gand, e il padre-allenatore Roberto Ruggeri. Si sono conosciuti grazie al lavoro (sono colleghi in un’azienda della Val Seriana), e hanno poi condiviso col figlio la loro passione tennistica, che per la madre risale alla tenera età, quando due dei nonni erano proprietari di altrettanti circoli in Belgio. “Samuel ha iniziato a giocare per divertimento – spiega Aline – ma poi le cose sono diventate sempre più serie, tanto che suo papà ha dovuto studiare per essere un insegnante all’altezza”. Il ragazzino è tesserato per il Tc Bagnatica, ma non ha una base fissa per gli allenamenti. “È una delle nostre difficoltà – prosegue la madre – perché in inverno spesso fatichiamo a trovare campi indoor disponibili. Gentilmente un nostro amico ce ne mette a disposizione uno privato, ma è all’aperto”. Pur non avendo una struttura alle spalle, i Ruggeri stanno comunque riuscendo nel loro intento, tanto che Samuel è uno dei migliori giovani della Lombardia, e riesce già a farsi notare anche nei tornei riservati a ragazzi di due anni più grandi.

Internazionali dal 2013
Vincere fa sempre bene, ma alla sua età è più importante imparare a stare in campo e a fare le scelte giuste, e pare che il giovane orobico ci stia riuscendo. “Ha un tennis molto aggressivo, gioca in anticipo, ed è uno dei pochi che va a rete. Ma la strada da percorrere – evidenzia il padre – è ancora lunga”. Intanto però ha già raggiunto la classifica nazionale di 4.2, che lo rende uno dei primissimi in Italia fra i nati nel 2002, e l’anno prossimo proverà a cimentarsi in qualche torneo internazionale. All’inizio i risultati passeranno in secondo piano, l’obiettivo è crescere e fare esperienza. La grande sfida del piccolo Samuel, in fondo, è appena cominciata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Opere, Tennis e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...