DALL’AEREO AI QUARTI DI FINALE

[Articolo apparso su L’Eco di Bergamo di venerdì 13 febbraio 2015]

Daniel Brands è ai quarti a Bergamo - FOTO MILESI

Daniel Brands è ai quarti a Bergamo – FOTO MILESI

Venerdì sera Daniel Brands era pronto per tornare a casa, mentre sette giorni più tardi va a caccia della semifinale del Trofeo Faip-Perrel. Sembra incredibile, ma non è una sorpresa. Appena un anno e mezzo fa il gigante tedesco batteva Roger Federer a Gstaad, in Svizzera, e saliva fino alla 51esima posizione del ranking Atp. Poi la mononucleosi ha rovinato i suoi programmi. “È stato un periodo molto difficile – spiega – perché mi sentivo sempre stanco, svuotato. Mi sono fermato più volte, non c’era verso di attivare il mio corpo”. Scivolato fuori dai primi 400 del mondo, ora sta finalmente meglio, ha ripreso ad allenarsi con continuità, ed è pronto a recuperare il terreno perso. L’ha dimostrato nell’ottima cavalcata agli Internazionali, dove è partito dalle qualificazioni e ha vinto cinque match in due set, senza mai cedere il servizio. L’ultimo successo l’ha colto ieri contro il russo Konstantin Kravchuk, superato 7-6 7-6 dopo una battaglia a velocità supersoniche, risolta da una manciata di punti. Li ha vinti tutti lui. E pensare che una settimana fa il ventisettenne bavarese, che tifa Bayern, ama il basket e i libri di Dan Brown, aveva già prenotato il volo per tornare nella sua Deggendorf, rimasto fuori di un solo posto dalle qualificazioni. “Ero deluso, con la mia classifica capita molto raramente di non entrare”. Ma a mezzanotte, mentre era già a letto, il telefono ha squillato. “Era il supervisor del torneo: c’è stato un ritiro dal tabellone principale, la prima testa di serie delle qualificazioni è salita nel main draw, così si è liberato un posto per me”. Un’opportunità che non si è lasciato sfuggire, prendendosi a suon di ace il quarto di finale contro Illya Marchenko, uno dei favoriti per il titolo. Ieri l’ucraino ha battuto per 6-2 4-6 6-2 Axel Michon, dando seguito al bel momento scattato a novembre con l’inattesa vittoria a Brescia, in condizioni di gioco molto simili a quelle del Palazzetto. “Spero di continuare sui ritmi dei giorni scorsi – ha chiuso Brands – e perché no alzare ancora il livello. Se servo bene posso avere chance di arrivare in fondo. Ma preferisco pensare un match alla volta, sono già contento di essere ancora in gara”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Interviste, Tennis e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...